Trail: i tre atleti che stanno spopolando in questa specialità

Il Trail Running è una specialità di corsa a piedi che si svolge in ambienti naturali. Le corse che si sviluppano su un percorso inferiore ai 42 km vengono definite semplicemente Trail e si caratterizzano per un dislivello intorno ai 3.000 metri. Quelle che superano tale lunghezza e dislivello sono le Ultra Trail. 
Attualmente ci sono tre atleti che, per motivi diversi, si stanno distinguendo in questa disciplina. Scopriamo chi sono.

Anton Krupicka

Risultati immagini per Anton Krupicka

Anton Krupicka ha un soprannome particolare: il “Tarzan” delle corse in montagne. La sua particolarità sta nel fatto di correre in montagna a petto nudo e, in determinate circostanze, addirittura scalzo. Statunitense di origine ceca, barba lunga, vive in un furgone per cinque mesi l’anno tra le montagne del Colorado.
Nato nel 1983, in Nebraska, Krupicka ha partecipato al suo primo trail a 11 anni. Il percorso era lungo 1 km e 600 metri. Nella sua classe, composta da 12 alunni, arrivò primo. A 12 anni partecipò alla sua prima maratona.
E’considerato l’asceta dell’ultratrail. Mentre gli altri trailer, usano gadget supertecnologici per le loro imprese, l’unico mezzo usato da Kupicka sono le sue gambe.
Visitando il suo profilo Instagram( con 104-.814 followers) si “respira” la montagna. Vi sono solo paesaggi montani.

Killian Jornet

Risultati immagini per Kilian Jornet

Killian Jornet i Burgada, classe 1987, è lo skirunner più famoso al mondo. Al suo attivo, vanta quattro mondiali, tre europei e tre coppe del mondo individuali, oltre che 6 Skyrunner World Series. Questa specialità, l’ha visto trionfare per tre volte consecutive in due occasioni, dal 2007 al 2009 e dal 2012 al 2014.
Nato e cresciuto a Cap del Rec, un rifugio a 2000 metri, sito a Lles de Cerdanya, paese della Catalogna.  A cinque anni, aveva già toccato quota 4000 e  5000 metri.
Su Instagram vanta 352.560 followers.
Quest’anno ha già annunciato che parteciperà all’ultra trail du Mont Blanc, corsa da 170 km e 10.000 metri di dislivello.

LEGGI ANCHE:   Pozza di Fassa: il paese delle Terme di Dolomia

Mira Rai

Risultati immagini per Mira Rai

Mira Rai è la vincitrice del titolo di “Avventuriera dell’anno 2017”, indetto dal National Geographic. Nepalese, classe 1989, prima di cinque fratelli, da bambina era suo compito procurare l’acqua e occuparsi del grano e del bestiame. A 12 anni, portava, a spalla, sacchi di riso su e giù per ripidi sentieri, spesso a piedi nudi. Due anni fa, per caso, Rai ottenne la sua grande opportunità: stava correndo fuori Kathmandu quando due trail runners la invitarono a partecipare ad una gara, la Kathmandu West Rim 50k. Anche se priva di attrezzatura e allenamento specifico,  Mira batté tutti. Da notare che era l’unica donna in gara. Da quel momento una community di supporters si è riunita per dare a Rai la possibilità di competere in gare di trail a livello internazionale.
Su Instagram vanta 11.823 followers.
Curiosità: dalla storia della sua vita è stato tratto un film.

 

Leave a Response