Raclette: il piatto conviviale del canton vallese

Raclette, piatto tipico del Canton Vallese

La Raclette è un piatto tipico del canton Vallese. Il nome della pietanza deriva dal formaggio con cui viene fatto.
Etimologicamente “raclette” indica il “raschietto” del fornaio e il verbo “raschiare”. Il nome si deve al tipo di taglio a cui viene sottoposto.

Origini

La raclette è un piatto antico. E’ presente in alcuni scritti risalenti al Medioevo. E’ menzionato come pasto saporito e nutriente, consumato dagli abitanti delle montagne svizzere.
Secondo quanto narrato, durante il periodo della transumanza i pastori erano soliti portarsi in montagna alcune forme di formaggio. Quando arrivava ora di mangiare, si prendeva una metà della raclette e si faceva fondere sul fuoco la superficie interna. Una volta che era pronta, veniva raschiata con un coltello e spalmata su fette di pane.

Preparazione

Non esiste alcun tipo di ricetta che riguarda la raclette. Ci sono, però, delle procedure da seguire.
Il primo passo da fare è tagliare la forma di formaggio omonimo a metà. A questo punto si prende una metà e la si scalda al fuoco. Quando lo strato superiore inizia a sciogliersi, viene “raschiato” via e posto sul piatto di portata.
Tradizionalmente si serve con patate cotte al cartoccio, e sottaceti come cetriolini e cipolline, ma può essere abbinata anche ad altri tipi di verdure.

Accessori

Per preparare la raclette è necessaria una macchina apposita. In commercio esistono diverse “macchine da raclette”. Le migliori hanno padelle con rivestimento antiaderente, padelline ed una piastra grill in pietra.
In questo modo, man mano che il formaggio si scioglie i commensali possono servirsi mediante una “palettina”. E’ fondamentale servire la pietanza calda, perchè ha una rapida fase di raffreddamento, con la quale perde anche di gusto.
E’ possibile anche cuocerla in una normale piastra, ma l’importante è che venga servita subito.

LEGGI ANCHE:   Sciatt: i "rospi" nati a Teglio dal gusto di formaggio

Credenza

Nel Canton Vallese vi è una credenza curiosa relativa al tipo di bevanda da “accoppiare” alla raclette.
Si dice, infatti, che questo piatto vada bevuto con del buon vino bianco oppure con del tè caldo.
E’ assolutamente proibito, invece, bere dell’acqua. Secondo la credenza, infatti, questa ostacolerebbe la digestione del formaggio.
Da notare che questa è solo una diceria senza alcuna base scientifica. In realtà, quella delle raclette o delle fondute accompagnate dall’acqua sembra essere un’abitudine capace di rovinare il gusto del formaggio, come fa notare una recensione divertente su dissapore.com.

 

 

Leave a Response